Contributo a Cura di Roberto Ferro

"...Porquè la utopia es necessaria" questa l'affermazione Lucio Urtubia Jmenez, falsario e anarchico spagnolo, combattente della Guerra di Spagna, il sovversivo che da solo aveva messo in ginocchio la potentissima Bank of America.

Il sessantesimo anniversario dall'inizio della Guerra di Spagna ha offerto l'opportunità di presentare la graphic novel "Verdad" (Lorena Cannottiere, Coconino Press, 2016) presso la casa della Memoria di Milano. Si trattò di un conflitto che vide come protagonisti indiscussi gli anarchici spagnoli e provenienti da molti altri Paesi.

"Verdad" riassume la ricerca di libertà e affermazione, sociale e di ruolo, è una ragazza protagonista della Guerra di Spagna. La sua è una caparbia sofferta ricerca di giustizia e libertà pagata infine a caro prezzo.

La trama (che lascia poco spazio al romanzesco) si dipana tra la Comune svizzera di Monte Verità, frequentata ad inizio '900 da intellettuali artiile e di resistere ai franchisti fino alla conclusione del conflitto e della breve vita

https://youtu.be/aXV2P5eeV5c?list=PLF4uYz6HuuQ__Ko6evXKoNnRZkdNqThza

Il lettore può toccare con mano le vicende della catalana Barcellona ultima grande città ad arrendersi al franchismo, la libertà repubblicana tradita dalla scarsità di aiuti e dallo strapotere degli avversari, l'entusiasmo dei combattenti e delle Brigate Internazionali.

La graphic novel delinea un indimenticabile ritratto femminile, emoziona e punta dritta al cuore del lettore che "non vuole credere" - secondo le parole dell'autrice Lorena Canottiere –"che sia tutto inutile". Si tratta di un lavoro colmo di delicata speranza!

Si tratta di una narrazione atipica rispetto ai comics presenti sul mercato editoriale odierno, colma di ballate e canzoni, con un uso sapiente del colore (predominano colori chiari e variegati), una linea quasi da schizzo o da mano libera, con dialoghi contenuti, poche pause descrittive (l'azione ininterrotta e continua) e una narrazione storica e poetica lontana dal didattico e didascalico.