I tuoi seni mi hanno accarezzato il cuore
ma non si sono tramutati nel cuore.
Le tue labbra mi hanno sfiorato
senza assaporarmi veramente.
I tuoi fianchi hanno domato le mie reni
- sì le hanno catturate -
senza sposarle definitivamente.
Eppure, quanto avrei desiderato,
ora
che tutto fosse proseguito ancora!

Roberto Ferro

 

Lame di roccia bianca
fendono il paese,
simili a banderillas di corrida
piantate nel fianco del toro della vita.
Mi provocano
rocce scarnificate
simili ad ossa antiche
di infinite generazioni senza nome.
Salgo lento
,senza fretta,
la stretta ripida salita
ed il cuore s'invola improvviso
verso un cielo di porcellana cinese.

Roberto Ferro

 

La camera segreta della Civita
si avvicina al cuore,
un abbraccio teso
all'amico fraterno.
Le tue vesti nere
si mutano in un velo gitano
e mi offrono in dono
squarci improvvisi
di pelle,
velo nuziale per carezze di luna.
E le cosce
appaiono
simili a dune sabbiose
sposalizio del mare.

Roberto Ferro