Contributo a Cura di Roberto Ferro

Intervisto Naima Farao, giovane e talentuosa musicista e fotografa, ed apprezzo appieno il coraggio di affrontare la vita con coraggio.

La tua vita è contraddistinta dall'incontro tra culture differenti... ad iniziare dal nome, Naima.
Naima è il titolo di un tema jazz scritto da John Coltrane. Mio padre, batterista jazz, mi ha fatto questo bellissimo regalo.
E' un nome orientale che ha vari significati in base a come lo si pronuncia. Naimà (con la "a" accentata) significa "addormentata" mentre Naìma significa serenità, tranquillità e lo si associa ad una persona che porta buon umore a chi le sta accanto, il mio si pronuncia con l'accento sulla "i".

 

Contributo a Cura di Roberto Ferro

L'intervista a Barbara Cavalieri, voce raffinata e compositrice, è ricca di scoperte sorprendenti. E' possibile paragonare la sua vita (d'artista e personale) ad una via tracciata tra le colline della Toscana, rettilinei ed improvvise curve strette con paesaggi sempre nuovi.

Hai avvicinato precocemente la musica?
Da piccola, fin dall'asilo, ero sempre attratta dalla musica. Quando mi chiedevano cosa volessi fare da grande rispondevo invariabilmente: "La cantante!". I

 

Contributo a Cura di Roberto Ferro

Michela Rota è una giovane e versatile musicista: suona la batteria, canta e compone canzoni. In occasione dell'intervista affronta argomenti d'attualità nel mondo della musica.

La musica si è rivelata una passione precoce?
Assolutamente sì! Ho iniziato molto presto ma solamente come autodidatta (piccolo aneddoto: mia cugina, di quattro anni più grande di me, aveva iniziato a suonare il flauto alle scuole elementari... Non ho esitato a imitarla e da lì ad approcciarmi a qualsiasi strumento musicale riuscissi ad avere tra le mani). La prima "svolta" giovanile è avvenuta in seconda media quando la professoressa ha detto a mia madre che la figlia era molto portata per la musica. Sono stata