Contributo a cura di Roberto Ferro

“Tutti possono partecipare al laboratorio perché il teatro è di tutti” - questo motto breve ed efficace descrive l'esperienza internazionale e sfaccettata di Francesca Vaccaro. Più opportuno, comunque, sarebbe parlare di Francesca Vaccaro ed il suo team, attivi presso il profilo facebook “Per un teatro militante”, per riferirsi ad un teatro dinamico e in continuo divenire.

Contributo a cura di Roberto Ferro

“Era una bambina candida e timida seppure ambiziosa, combinazione di insicurezza e determinazione” (Luciano Federighi) Poche parole ma che descrivono efficacemente la personalità di Ella Fitzgerald, poliedrica cantante di colore americana, soprannominata Lady Ella e First Lady of Song.

Prosegue la rassegna “Jazz in rosa”, rassegna di voci femminili, presso la Cantina Scoffone, Via Pietro Castoldi 4, Milano. Roberta Sdolfo, cantante e il duo d'accompagnamento composto da Alberto Bonacasa (piano) e Luca Garlaschelli (contrabbasso), hanno offerto una ottima interpretazione delle canzoni di Ella Fitzgerald garantendo una immagine realistica e raffinata della sua complessità.

L'esibizione, fatto positivamente inconsueto, si é giocata nell'alternanza equilibrata di osservazioni e biografiche relative a Ella Fitzgerald e esibizione musicale.

A cura di Mariagrazia Talarico

Oggi vi presenterò "La figlia perfetta" di Maruska Creanza. "La figlia perfetta" é un romanzo di genere fantascientifico che parte dagli anni '80 per giungere ai giorni nostri.

L'opera d'esordio di Creanza ci lascia in preda alla suspense generando così emozioni contrastanti che turbano la coscienza umana: un misto di conflitti tra religione e scienza, valori spirituali e materiali, fede e dubbio, mistero e realtà.

Dall'inizio del romanzo ci imbattiamo in un primo nodo cruciale: il mistero della Sacra Sindone con la sua storia millenaria. Partiamo in un viaggio che comincia da un laboratorio segreto di New York per arrivare alla Terra Santa, verso Torino, dove é custodita la Sacra Reliquia... fino a ritornare a New York: il luogo dove prende il via la narrazione, dove Megan la protagonista cerca risposte riguardo la sua esistenza.

Qui si districa la storia che assomiglia all'intreccio di una ragnatela capace di intrappolare il lettore, come una preda, per farlo sentire parte di questa intricata vicenda.