Contributo a cura di Roberto Ferro

Raramente ho osservato cambiamenti tanto radicali e rapidi nelle opere di un artista contemporaneo. Anna Torres mi aveva abituato a linee nette, talvolta immagini di donne dalla pelle scura distese nel mare scuro, contrasti radicali.

Il primo sguardo volto all'immagine ho trattenuto il respiro tanto l'artista, siciliana d'adozione, é riuscita a travolgere la consueta sua prospettiva.

Il mare, forse una baia, è placido, i colori dell'acqua più simili ad un arcobaleno che alla forza del Sud. Sembra il mare ammirato da bimbo (bimba). Sullo sfondo una serie di imbarcazioni ormeggiate riposano tranquille serene.

L'unico strappo disarmante appare in alto, sovrastante le imbarcazioni ormeggiate. Una striscia di color oscuro interroga l'osservatore (sarà la sera incombente oppure l'irrequietezza di un temporale estivo) non sapremo mai.

Leggermente appartata nella baia quieta é ormeggiata una barca. Uno strumento di lavoro per i pescatori oppure giaciglio d'amore di giovani coppie. Tanto quieta da sovrastare uno specchio limpido e luminoso, quasi dipinto d'arcobaleno.

L'opera di Anna Torres é ritratto d'amore infantile. L'artista ci interroga sorridente, lievemente misteriosa e nel contempo infantile.

Sapremo cogliere questa sua semplicità infantile?

Presentazione a cura di Graveful Books  www.gracefulbooks

Domenico Maisto "sociologo urbano" osserva i "movimenti" della città. Una città costruita da relazioni di cuore tra uomini e donne. Nasce così: "Maschio svegliati", sottotitolato come difendersi dalle donne e dalle banalità. Il libro inizia come un diario personale e continua con il pensiero di Maisto che riflette sulla società del nostro tempo e sulla trasformazione dell'universo femminile.

"Nel suo osservatorio personale" l'autore cerca di analizzare il motivo di tanti drammi domestici e di tanti amori spenti, falliti. Il ruolo della donna e dell'uomo nella coppia come é cambiato nel tempo? Quanto influiscono i mass media nella creazione di falsi modelli da imitare? Quanto si crede di essere autosufficienti anche a livello affettivo? L'autore elargisce considerazioni e consigli in pagine altisonanti che tuonano in parole di fuoco adatte a far dell'amore non un capriccio ma un ragionamento.
Il saggio é dedicato alle donne "vere" ma chi sarebbero queste femmine? Senza avere il pregiudizio di avere a che fare con un autore maschilista o saccente, l'invito é quello di leggere questo libro che fa sorridere e meditare, arrabbiare e sognare.

Maisto ha scritto: "Mi sono perso ma ho trovato Dio" (2010)
"Siate più buoni che giusti" dedicato a sua madre nel 2013

 

Contributo a cura di Roberto Ferro

L'Amministrazione comunale milanese, da sempre, si preoccupa della salute dei propri cittadini! Nel corso degli anni é passa completamente in secondo piano, invece, la condizione di numerose opere d'arte di grande valore.