Contributo a Cura di Roberto Ferro

Oltre 600 artisti internazionali parteciperanno alla Prima Biennale Internazionale del Mediterraneo ("MeArt") in programma dal 9 al 12 marzo presso la Fiera del Mediterraneo di Palermo.

Palermo, per tradizione e collocazione geografica metropoli posta al centro del Mediterraneo, si presta a questa iniziativa coraggiosa e lungimirante.

"MeArt" è curato da Paolo Levi, di antica famiglia torinese liberale e antifascista, e Sandro Serradifalco, editore critico e saggista palermitano.

Il 9 marzo Paolo Levi, Josè Van Roy Dalì (pittore ed erede di Salvador e Gala) e Sandro Serradifalco inaugureranno "MeArt" e Alba Parietti, conduttrice televisiva e attrice, madrina,

I visitatori avranno l'opportunità di assegnare un voto agli artisti espositori per ogni sezione (pittura, scultura, fotografia, design) e riceveranno una stampa artistica riproducente opere di Renoir, Manet e altri maestri impressionisti.

Il programma è contraddistinto da numerosi appuntamenti musicali con i "Virrinedda Group", il corpo di ballo delle "Al Khamsa", gli "Irish Quartet", gli "Doudou Group" e i "Lady Giulia Band".

Evento collaterale della Prima Biennale Internazionale del Mediterraneo sarà l'allestimento della preziosa sezione "Museo Levi". Paolo Levi, ideatore e curatore dell'evento, ha selezionato degli artisti europei che a suo avviso meritano di essere collocati tra i sessanta capolavori del Novecento europeo e statunitense.

Si tratterà di un immaginario Museo d'Arte Moderna nel quale le testimonianze del passato (De Chirico, Carrà, Sironi, Picasso, Braque, Guttuso, Mondrian, etc), alternando opere di pittori, scultori, fotografi e designer. Si tratterà non solo dei capolavori storici del Museo Levi ma anche delle ricerche espressive di artisti italiani e stranieri contemporanei .

Per ulteriori informazioni 091 – 6190928.