Contributo a cura di Roberto Ferro

Anna Torres l'ha denominato l'opera "Rinascita"! Rosa e farfalla sono creature raffinate e delicate che sulla superficie pittorica si stagliano sullo sfondo verde cupo o appena increspato dal fogliame.

Un amico particolarmente sensibile ha posto in rilievo una caratteristica decisiva del quadro. Importante non è solo, la poesia e la fragilità di due creature, estive e fragili contemporaneamente, ma la tenerezza di sfiorarsi appena anche se in presenza delle linee nette tipiche di molte opere di Anna Torres.

La rosa, di colore bianco con venature rosate, è bellissima: non è un bocciolo acerbo di inizio primavera e neppure la corolla esasperata della maturità dell'estate. La rosa si apre alla Vita!

La farfalla, insetto impalpabile della primavera e dell'estate, bianco e lieve, è in procinto di accarezzare (baciare) il fiore. La farfalla si appresta a suggere il nettare inebriante, e le gocce di rugiada mattutine, incuriosita ed audace, quale amante al primo abbozzo di intimità, eppure, timoroso di un rifiuto.

Il tocco, lo sfiorare lieve, converge in un gesto semplice. Sono due Creature differenti, un fiore e una farfalla, I petali non potrebbero vivere compiutamente nell'opera senza quel battere d'ali.

Soffermiamoci per un attimo ad ammirare "Rinascita"! Ricordiamoci il "tocco" grazioso tra madre (Natura) e figlia (Farfalla), entrambe incantevoli.